Hilary Duff Rivista Redbook magazine aprile usa intervista news

Hilary Duff su Redbook di Aprile

HDI Notizie

Hilary Duff è la protagonista del numero di aprile della nota rivista americana Redbook!

All’interno Hilary racconta questa fase della sua carriera e della vita privata, ecco le foto del servizio fotografico e la traduzione in italiano dell’intervista rilasciata al magazine.

» GUARDA LE FOTO DEL SERVIZIO FOTOGRAFICO PER REDBOOK

» LEGGI L’INTERVISTA DI HILARY DUFF A REDBOOK

D: “Giri serie tv, registri musica, sei una mamma… certe volte non pensi sia troppo?”
H: “Mi sento sempre in colpa per qualcosa, cerco di bilanciare la mia vita: lavoro, amici, famiglia, ex marito, mio figlio… adesso non sto lavorando e spesso dico a me stessa ‘Non dovrei prendermi una pausa così lunga’ ma è ridicolo, ho un figlio e va benissimo così, vado a prenderlo a scuola, è bello non essere ossessionata da impegni presi per te da qualcun altro e avere solo Luca a cui pensare, in pratica sono la sua autista.”

H: “Sono più matura, lavoro da quando avevo 6 anni, non sento più la necessità di avere giornate piene di impegni come prima”.

D: “Come mai noi donne ci mettiamo così tanta pressione addosso?”
H: “Penso dipenda dal fatto che ci sentiamo in competizione con le altre donne, ci sentiamo giudicate perchè non siamo brave in qualcosa o non riusciamo a farlo così in fretta… una pressione inutile.”

D: “Ti senti giudicata più dagli altri o da te stessa?”
H: “Più da me stessa, e anche il giudizio da fuori potrei comunque amplificarlo io certe volte penso ‘No non volevano dire quello’.”

D: “Hai ricevuto qualche critica quando su Instagram hai baciato tuo figlio sulle labbra”
H: “È ridicolo, come si fa a non baciare il proprio figlio? Un giorno ovviamente crescendo non lo farò più, ma aveva 4 anni! Se non vi piace non seguitemi, chi ha tempo di scrivere queste cose a persone che non conosce? Non saprei..”

D: “Molti giudizi riguardano anche la vita reale”
H: “Anche io giudico sempre le altre mamme. L’altro giorno faceva freddo ero al mercato e c’era una mamma che non aveva messo niente in testa a suo figlio per coprirlo… mi sono chiesta il motivo anche se non era un problema mio.”

D: “Pensi che un giorno Luca avrà un fratellino?”
H: “Vorrei, ma so che non sarà molto vicino come età. Odio quando mi chiedono ‘Quando ne farai un altro?’ e io dovrei rispondere ‘Sapete in che situazione sono adesso?’ oppure quando mi chiedono quando mi sposerò con il mio nuovo fidanzato etc.”

D: “Bisognerebbe essere felici con quello che si ha…”
H: “Ho accettato che non avrà mai un fratello vicino come età e me lo godo ancora di più, anche se una parte di me mi ricorderà sempre questo fatto. Ogni giorno scrivo le cose per cui sono grata in un piccolo diario, l’ultima è stata: sono grata di veder saltellare mio figlio Luca.”

D: “Dicono che averne un altro sia dura”
H: “Luca mi ha chiesto se ce l’avrà… io gli ho detto che non lo so, la mamma si sta prendendo una pausa, basta domande… dovrei lasciarti con qualcuno per i prossimi 15 minuti.”

D: “Come trovi la pace e la tranquillità durante il giorno?”
H: “Lascio Luca a scuola e vado in palestra con le amiche, ho iniziato seguire delle lezioni per lavorare a maglia dove le persone si siedono discutono e bevono un bicchiere di vino. È una cosa un po’ da nonna… a Luca non piaceva quando ho iniziato perchè ero concentrata meno su di lui.”
H: “Sono divorziata e fa schifo… anzi all’inizio faceva schifo adesso è normale. Ogni tanto faccio una pausa, certe volte lo tengo io da sola per settimane, senza aiuto, quando Mike (l’ex marito, ndr) era fuori città, ed al suo ritorno glielo lasciavo dicendo ‘Adesso tocca a te, ciao!’.

D: “Il tuo miglior consiglio per genitori separati”
H: “Pensare prima al proprio figlio, togliere completamente i problemi con il partner dalla situazione… e fare terapia, mi ha aiutato molto.”

D: “Ti sei lasciata con il tuo fidanzato e personal trainer Jason Walsh da poco, come è andata? E con Luca?”
H: “Ci frequentavamo da più tempo rispetto a quello che pensava la gente, lo conoscevo da tanto, anche Luca. Abbiamo fatto molte cene ma all’inizio non dormiva da me. Ci parliamo ancora non voglio che Luca pensi che non sia più nella sua vita, ma non mi alleno più nella sua palestra, è stata dura rompere con lui.”

D: “Cosa ha reso questa relazione così speciale?”
H: “È stata la prima vera storia seria dopo Mike, mi ha dato una scintilla di nuovo, dopo aver messo per tanto tempo altre cose come priorità. Ero preoccupata per Luca dopo il divorzio, come si sarebbe sentito, cosa sarebbe successo alla nostra famiglia, a me.”

D: “Cosa hai imparato dal divorzio e dalla tua recente relazione?”
H: “Ho imparato quanto sono forte e indipendente, ho sempre la speranza di innamorarmi di qualcuno, ma non corro dietro agli uomini. È molto importante essere felici con se stessi, non devi sempre portare i tuoi problemi davanti a tutto il resto, alcuni si, ma non tutti.”

D: “Quando esci cerchi d’incontrare qualcuno?”
H: “No. Non pensavo che essere single fosse negativo fino a che non sono uscita a Los Angeles con le mie amiche, terribile, e le persone che si presentano con me di solito sono molto più grandi… attraggo gli uomini maturi!”

D: “Pensi che finirai con qualcuno più giovane, più vecchio o della stessa età?”
H: “Penso più vecchio, lavoro a maglia, vado a letto alle 9 di sera ahahaha… più vecchio.”

D: “Qualcuno ti ha mai dato fastidio?”
H: “Non riesco a stare con persone che cercano di impressionarmi, un ragazzo una volta voleva portarmi nel fine settimana a vedere Tel Aviv a tutti i costi o a Napa… non devi impressionarmi possiamo fare una buona conversazione sul divano, ho anche i piattini con nomi personalizzati.”

D: “Cosa serve a un ragazzo per frequentarti?”
H: “Qualcuno che sappia che Luca verrà prima di tutto, è ovvio, ma oltre al fatto di essere divorziata e mamma single non ho molto altro… ahhaha. Serve la persona giusta per recuperare il tempo perso. Ho una carriera, la mia casa, vita fantastica… può spaventare alcuni uomini.”

D: “Compirai 30 anni a settembre, cosa ti aspetti nei prossimi 10 anni?”
H: “Due anni fa ne ho compiuti 28 il 28 settembre, e non è stato un grande anno, quest’anno 29 così così, spero che 30 sia fantastico. Invecchiare è qualcosa di nuovo, chissà se somiglierò sempre di più a mia mamma, che è molto bella, inizio a notarlo nella faccia e nel corpo.”

D: “Manca ancora qualche mese al tuo compleanno”
H: “Mi sento bene, ho poche giornate no, ogni tanto posso arrabbiarmi ma avere un bambino aiuta tanto.”

D: “Alcune persone dicono l’opposto”
H: “Non voglio che Luca abbia giornate no, forse due volte gli avrò detto: ‘La mamma è triste adesso, sono un po’ giù, mi serve un attimo’ ma cerco sempre di essere positiva con lui.”

D: “Cosa ti demoralizza?”
H: “Far finta di niente, mi piace il confronto, certe volte sorprendo anche me stessa. Non puoi rendere tutti felici o essere amica di tutti.”

D: “Sei una mamma protettiva, esigente o che lascia libero il proprio figlio?”
H: “Tutte e tre, l’ultimo quarto è un mistero, anzi più di un quarto amorevole.”

D: “Quindi quasi metà amorevole e rimane meno di tre quarti per gli altri… la matematica è difficile.”
H: “Hey è dalla terza elementare che studio da sola a casa, ho finito le superiori a 16 anni, sono intelligente con un percorso normale sarei stata più a mio agio e avrei avuto più fiducia in me stessa.”

D: “Adesso hai più fiducia in te stessa”
H: “In Messico sono scesa sott’acqua fino a 7 metri, ho preso il mio primo pesce, mi dispiaceva un po’, ma quelli che lavoravano in hotel mi hanno fatto capire che gli servono per mangiare, c’è bisogno, quindi non ho potuto avere pietà e sono tornata in acqua.”

D: “Ci ha ripensato al fatto di non avere pietà”
H: “Si mi ha colpito, ci sentiamo responsabili per le persone, come donne non vorremmo ferire nessuno, ma non può sempre essere così.”

D: “La parola che rappresenta la tua vita quest’anno”
H: “Essere felici. Sto seguendo questo percorso da qualche mese, sento che ho tutto, che mi sento bene con me stessa e che mi impegnerò per continuare ad esserlo!”

*TRADUZIONE DI HILARYDUFFITALY.COM

» GUARDA IL TRAILER ITALIANO DI YOUNGER

La serie tv tratta argomenti come l’avanzare dell’età, la capacità di reinventarsi, il rapporto tra giovani e adulti, il tutto ambientato nella splendida New York. Al fianco di Hilary, attori come Sutton Foster, Nico Tortorella, Debi Mazar, Molly Bernard e Miriam Shor.